Sedie Luigi XVI: eleganza aristocratica per ogni ambiente

Simbolo di eleganza e raffinatezza le sedie in stile Luigi XVI rendono ricco e lussuoso ogni ambiente. Con i loro intagli, le decorazioni e l’inconfondibile schienale a medaglione, vengono utilizzate da secoli per arredare salotti e accompagnare tavoli importanti. Chi pensa che siano adatte soltanto ad ambienti opulenti e formali, però, si sbaglia. Le sue linee vintage, infatti, sono state protagoniste di audaci sperimentazioni e inaspettate trasformazioni che hanno dato nuova vita alla sedia in stile Luigi XVI, rendendola più adatta anche ad ambienti contemporanei.

 

Sedie Luigi XVI: quali sono le loro caratteristiche

La caratteristica principale che distingue le sedie in stile Luigi XVI è lo schienale tondo che si rifà allo stile impero diffuso nella Francia della seconda metà del ‘700. Il legno curvato incornicia modanature, borchie e passamanerie che delimitano l’imbottitura in tessuto, dando un senso di profondità allo schienale stesso e mantenendo uno stile curato e raffinato, attento ai minimi dettagli. Anche il sedile, come lo schienale, può essere imbottito per un comfort maggiore.

Le gambe della sedia Luigi XVI sono tornite e slanciate, solide ed eleganti, spesso dotate di scanalature che ne esaltano lo spessore. Le stesse lavorazioni si trovano anche nei braccioli, nel caso in cui la sedia ne sia dotata.

 

Le sedie Luigi XVI nei contesti attuali

La sedia ispirata alla corte del celebre Re francese esprime in maniera sobria e geometrica tutto l’amore per la classicità, ma si rivela perfetta anche in contesti moderni e ricercati. Non solo studi e salotti ma anche cucina: l’armonia e la sinuosità delle sue forme ben si adattano all’accostamento con tavoli puliti e lineari. La grande comodità, poi, rende le sedie Luigi XVI perfette anche in ambienti pubblici, come bar e ristoranti, o in prestigiose sale congressi.

Grazie ai ricchi dettagli e alla loro anima barocca, le sedie di questo tipo sono perfette in contesti dal carattere forte e sicuro, che prendono spunto dalla tradizione ma si nutrono della bellezza e dell’innovazione del design più attuale. 

Qualcuno potrebbe obiettare che le sedie in stile Luigi XVI sono ingombranti e poco adatte agli spazi più piccoli, ma esistono ormai in commercio anche versioni dalle dimensioni più contenute che permettono un facile adattamento alle caratteristiche degli attuali ambienti abitativi. In alcuni casi, poi, l’innovazione nel design è arrivata addirittura a creare sedie come la Luigi XVI Stacking che è impilabile e facilmente spostabile.

Questa caratteristica si rivela perfetta per chi ha l’esigenza di

  • spostare facilmente le sedie da un luogo all'altro
  • raggrupparle per pulizie approfondite
  • allestire e disallestire in tempi veloci.

I catering, ad esempio, troveranno in questo modello la sedia perfetta per creare ambientazioni dal grande impatto scenografico, unendo l’eleganza alla funzionalità di una sedia che può essere facilmente spostata in qualsiasi momento.