I GIARDINIERI DELLA TERRA

RESPONSABILITA’ SOCIALE D’IMPRESA - I GIARDINIERI DELLA TERRA

“Il miglior momento per piantare un albero era vent’anni fa; il secondo miglior momento è ora.” Proverbio Africano

L’INIZIATIVA

Sabato 18 marzo, la nostra sede di Merlara è stata protagonista di un’attività di riforestazione di un’area aziendale di circa 2000 m2.

L’iniziativa ci vede promotori e attori di un progetto locale supportato da 10 Comuni dislocati tra i colli Euganei e l’Adige, nelle province di Padova, Vicenza e Rovigo, tutti coinvolti in un’azione di valorizzazione e di rigenerazione del territorio.

Ridiamo il sorriso alla Pianura Padana, così si chiama il progetto, ha come obiettivo la piantumazione di 10 mila alberi da giardino e da campo di varietà autoctone, che verranno piantati dai cittadini per riforestare la pianura, migliorare il paesaggio ed abbattere le polveri sottili.

LA GIORNATA

Il 18 marzo 2017 siamo scesi in campo per il nostro territorio al fianco del Comune di Merlara in una giornata coordinata dal Dott. Jacopo Moro, giardiniere ed agronomo, che ha visto alternarsi nella nostra azienda un momento di formazione iniziale sulla tecnica del giardinaggio evolutivo e l’attività vera e propria di piantumazione, localizzata nell’area esterna dedicata.

Le attività di valorizzazione del territorio sono state introdotte dal Vicesindaco di Merlara, Dott. Matteo Migliorin, che ha sottolineato l’importanza di questa iniziativa che mette in rete le Istituzioni, i cittadini e le imprese virtuose nella scommessa di divenire attori locali attivi del cambiamento.

IL GIARDINAGGIO EVOLUTIVO

Per la piantumazione delle 300 piantine che ci siamo incaricati di piantare e curare, su consiglio dell’esperto Dott. Jacopo Moro, abbiamo seguito i principi del giardinaggio evolutivo, che si affida ad una tecnica di arboricoltura francese poco invasiva, più veloce e naturale, che non prevede la lavorazione del terreno.

Per questo motivo nella seconda parte della mattinata, abbiamo distribuito su un tracciato circolare del letame ricoperto di segatura di conifere che lasceremo lavorare naturalmente a talpe e lombrichi durante i prossimi sei mesi.

Una volta preparato il terreno, nei prossimi mesi di settembre e ottobre, provvederemo ad interrare le piantine che ci ha donato il Comune, dalle quali nasceranno una piccola percentuale di alberi e per la parte restante siepi e cespugli che andranno ad arricchire la superficie verde di Merlara, migliorandone la biodiversità e l’estensione.

Crediamo che per creare un impatto di lungo periodo all’insegna della responsabilità sociale d’impresa dobbiamo essere perseveranti e pazienti e vogliamo che i primi ad insegnarcelo siano proprio i nostri alberi.

Per questo motivo siamo partiti da questa iniziativa inserita nel nostro percorso di Responsabilità Sociale d’Impresa, che vogliamo declinare secondo i nostri valori aziendali e la nostra visione del futuro, all’interno di uno scenario che ci vede partecipi di scelte importanti da fare assieme ad altri attori del territorio, professionisti e dipendenti.