Come arredare un hotel: vincoli generali

La scelta di come arredare l’hotel è tra le più importanti che si possono compiere quando si svolge una professione legata all’ospitalità. Nel nostro articolo “Come arredare un hotel: 6 proposte di stile” abbiamo elencato alcune caratteristiche di base per gli stili che ad oggi risultano più utilizzati; vogliamo ora realizzare un piccolo vademecum per una scelta ragionata tra di essi. Analizzeremo i vincoli generali da tenere in considerazione per scegliere un arredamento, indipendentemente dallo stile identificato, approfondiremo, invece, gli elementi specifici da considerare in un articolo successivo.

La scelta dello stile di arredamento in hotel: un percorso complesso

Quando è necessario scegliere lo stile di arredamento per un hotel, non è detto che esistano sempre soluzioni ottimali; lo stile desiderato può non essere adatto alla struttura, alla location, al tipo di clientela, o ancora può non essere in linea con le esigenze gestionali. Per questo è fondamentale considerare passo per passo tutti questi aspetti:

In questo contesto definiamo “vincoli generali” quegli elementi che sono validi per tutte le strutture, indipendentemente dalla collocazione, dal tipo di clientela e da altri elementi specifici dell’hotel.

Come scegliere lo stile di arredamento in hotel: vincoli generali

In generale va ricordato che la scelta che si farà dovrà far combaciare tutte le esigenze, quelle di gusto, quelle economiche, quelle commerciali e quelle funzionali. Per questo abbiamo scomposto i passaggi, cercando di dare loro un ordine logico:

  • La pulizia
  • La funzionalità
  • La normativa tecnica
  • Il rinnovo dell’arredamento

Arredare un hotel: la pulizia e l’ordine

Il primo vincolo generale nello scegliere lo stile di arredamento in hotel riguarda senza dubbio la pulizia: bello o brutto, alla moda o attempato, nessun albergo deve mai essere sporco: anche se si ignorassero tutti gli elementi di funzionalità, l’esigenza di pulire in fretta ed a fondo le camere e le aree comuni dell’hotel è imprescindibile. La prima cosa da considerare è quindi l’impatto dello stile di arredamento sulle operazioni di pulizia. Ad esempio, scegliere un arredamento fusion in stanze molto piccole può determinare alcune difficoltà: il fusion è uno stile di arredamento per alberghi che normalmente prevede l’utilizzo di molto materiale decorativo: soprammobili, decorazioni murarie, illuminazione estetica. Riempire una stanza d’albergo in modo esagerato può complicare le operazioni di pulizia. Una camera d’albergo arredata in stile minimal può presentare problemi analoghi se ha spazi molto ampi: l’estensione dello spazio non coperto da mobili può favorire il più rapido depositarsi della polvere, con effetti sgradevoli.

Arredare un hotel: la funzionalità e l’esperienza del cliente

Il secondo vincolo generale è rappresentato dalla funzionalità: arredare un hotel in uno stile definito e piacevole non deve rendere le camere d’albergo o le aree comuni meno vivibili. Se per il mio albergo scelgo uno stile classico, con pezzi importanti per dimensioni e materiali, non posso sacrificare la mobilità dell’ospite a favore della presenza dei complementi d’arredo; allo stesso modo, se scelgo uno stile shabby chic non posso ridurre le dimensioni del letto per fare posto ad altri pezzi di mobilia: un letto adeguatamente spazioso è tra le prime ragioni di soddisfazione del cliente.

Arredare un hotel: la normativa tecnica e i vincoli di sicurezza

Il terzo vincolo nella scelta dello stile di arredamento per l’albergo è dato dalla normativa tecnica: le caratteristiche di resistenza al fuoco, robustezza e non tossicità devono essere rispettate da tutti gli elementi d’arredo e dai materiali scelti per la struttura ricettiva, indipendentemente dallo stile. Oltre a questo, è bene assicurarsi che lo stile che si è scelto, le forme e i materiali con cui si arrederà l’albergo non contrastino con singole norme tecniche e di sicurezza. Va fatto un controllo preventivo molto accurato, eventualmente facendosi assistere da esperti.

Arredare un hotel: le esigenze di rinnovo

L’ultimo vincolo nella scelta dello stile da dare all’arredamento del proprio albergo è nella possibilità di cambiare: gli hotel devono poter mutare la propria offerta estetica in modo continuo, variando le scelte di stile nel mobilio e nella decorazione. L’arredamento per albergo deve quindi, a parità di condizioni, essere “mobile” cioè spostabile all’interno delle stanze e anche al di fuori di esse.

Conclusioni

Gli elementi appena trattati identificano le basi necessarie per operare la scelta; qualunque stile di arredamento si scelga per il proprio hotel, è bene assicurarsi che soddisfi le condizioni poste da questi vincoli generali.