Come arredare un hotel: stile shabby chic e natural a confronto

La decisione su come arredare un hotel è influenzata dai molti stili di tendenza, e un’idea chiara sull’arredamento per hotel si può raggiungere solo analizzandoli tutti. Proseguiamo il nostro excursus sull’arredamento per albergo mettendo a confronto altri due mood: lo stile shabby chic e lo stile natural. Si tratta di due approcci accomunati dall’evocare accoglienza, ma che si differenziano tra di loro per i tratti dell’ambiente che ricreano. Il primo, punta su charme e romanticismo, il secondo invece costruisce ambienti rilassanti attraverso un uso di elementi vagamente esotici.

In questo articolo vogliamo mettere a confronto le caratteristiche dello stile shabby chic e dello stile natural, due dei sei stili già affrontati precedentemente su Come arredare un hotel: 6 proposte.

Come arredare un hotel in stile shabby chic

L’atmosfera ricreata dallo stile shabby chic è tendenzialmente soft: nella palette di colori di questo stile il bianco è quello principale. Gli altri colori sono comunque colori pastello come il rosa, l’azzurro, il beige e il grigio chiaro. I mobili dell’arredamento in stile shabby chic devono sembrare datati ma non di antiquariato, e il più delle volte vengono ritinteggiati mantenendo comunque un effetto felicemente “trasandato”.

Questa corrente ha per protagonisti appunto oggetti e mobili vecchi, riemersi a sorpresa da soffitte e mercatini dell’usato. È uno stile che mantiene calore e crea una particolare accoglienza. Lo shabby chic è solitamente consigliato per le persone curiose e romantiche, amanti di un vintage raffinato, con un leggero tocco nostalgico. Le persone che amano questo stile infatti, accolgono e apprezzano tutto ciò che è stato segnato nel tempo, cioè tutto ciò che è stato vissuto, e in quanto vissuto è diventato personale e romantico.

Linee guida per arredare un hotel in stile shabby chic

Le decorazioni che si adattano meglio allo stile shabby chic sono accessori vistosi, che arricchiscono e danno vita all’atmosfera della camera d’hotel rendendola senza tempo. Cuscini e coperte possono essere impreziositi da paillettes, e si possono posizionare in punti strategici della stanza alcuni oggetti di decoro come vasi e portacandele scintillanti.

L’arredamento della camera nell’insieme conferirà all’ambiente un’aria onirica e fatata, in cui i ricordi d’infanzia possono sfumare liberamente nella quotidianità. Anche la sedia dovrà avere notevole importanza nell’arredamento della camera dell’hotel. Per questo i materiali utilizzati dovranno essere preferibilmente quelli che, nella percezione comune, sono visti come legati ad un passato quasi pre-industriale: la pelle, la tela o il legno; materiali in cui è possibile notare a prima vista i segni del passato. La lavorazione in decapè è un dettaglio che non può di certo passare in secondo piano nell’arredare in stile shabby chic: sedie e letto infatti possono assumere questa caratteristica, eventualmente lasciando la possibilità di rifinire il tutto con lavorazioni a pannello nei toni della palette shabby chic: bianco, azzurro, rosa, beige e grigio chiaro. 

Questo stile nasce dal recupero dell’estetica delle case di campagna sulla costa francese (una versione particolarmente fortunata dello shabby chic è l’arredamento alla provenzale, o shabby provenzale), o anche di abitazioni nelle aree rurali del nord-est o del mid west americano (la versione dello shabby più vicina al country house). Per questa sua vocazione, lo shabby chic è spesso scelto proprio per arredare hotel che derivano da ristrutturazioni di casali, ville di contado, o comunque ambienti legati ad un contesto campestre e bucolico; tuttavia anche alberghi nelle grandi città possono presentare un arredamento shabby chic, che normalmente però vedrà scelte meno estreme nella declinazione dello stile.

Come arredare un hotel in stile natural

Moderno, di tendenza e ecologico: la scelta su come arredare un hotel in stile natural si fa tenendo conto tanto di queste tre caratteristiche, quanto di alcuni altri elementi essenziali che caratterizzano questo stile. Tra essi troviamo ovviamente il legno, uno dei materiali “green” per eccellenza.

Tra i colori principali oltre al colore naturale del legno possono essere utilizzate delle sfumature di verde, beige e bianco, colori che si adattano benissimo ad un arredo basato sul legno, così come l’arancione o il blu. L’approccio generale all’arredamento della camera d’albergo rimano quello di usare colori e arredi che possano in qualche modo creare un’atmosfera calda e confortevole, per quelle persone che amano sentirsi a casa e allo stesso tempo immerse nella natura e nei suoi colori.

Linee guida per arredare un hotel in stile natural

Fiori e piante sono tra gli elementi di decoro caratteristici per arredare una camera d’hotel in stile natural: la loro presenza e i loro colori portano vitalità e naturalezza. D’obbligo anche il richiamo floreale nei dettagli e sugli accessori, per gli amanti del pollice verde e per una bellezza naturale.

L’arredamento dovrà richiamare quindi elementi naturali, proponendo soluzioni poco trattate e quanto più possibile legate al legno nella sua versione originale e più vicina allo stato in cui si trova in natura. La scelta dei colori caldi e delle fibre naturali può essere effettuata sia per la tappezzeria che per il letto posto al centro della stanza. Importanti le sedie e i piani d’appoggio, che dovranno presentare una superficie in legno abbastanza ampia, meglio se con venature bene in vista e forme il più possibile organiche e naturali.

Questa tipologia di arredamento è sicuramente adatta per un hotel dedicato al turismo enogastronomico o naturalistico, e per quelle persone che cercano principalmente un momento di relax e di riconciliazione con la natura. Questo non nega comunque la possibilità di applicare lo stile natural ad un hotel in città, dando la possibilità ai propri clienti di rigenerarsi e trovare il giusto equilibrio non spostandosi troppo dal centro.

Conclusioni

La scelta di arredare un hotel in stile shabby chic o in stile natural, ha in comune la naturalezza e la sobrietà dei colori utilizzati e del legno come elemento principale. Si differenziano però nei dettagli, nella tipologia di esperienza che si vuole offrire ai propri clienti e nella filosofia di fondo.

Da tenere comunque in considerazione per la scelta dell’arredamento la posizione geografica in cui è situato l’hotel e la tipologia di clienti che si vogliono attirare nella propria struttura.