Il Diario - Festival delle Basse

IL DIARIO - FESTIVAL DELLE BASSE

Nei primi giorni di Giugno abbiamo partecipato alla seconda edizione del Festival delle Basse, che quest’anno ha animato l’antica Villa Correr a Casale di Scodosia.


Per noi il Festival è iniziato qualche tempo prima, nel pieno fermento dei preparativi durante i quali abbiamo collaborato con altri artigiani per curare l’allestimento del parco e l’installazione all’interno della suggestiva "Fabbrica delle Foglie": attraverso la rappresentazione del connubio tra lavoro artigiano e innovazione tecnologica abbiamo portato al Festival il valore e la storia della produzione locale.

“CULTURA E GUSTO NELLE TERRE DELLE ACQUE”
Tre giornate dedicate al nostro territorio e a ciò che lo rende così speciale, tra musica, incontri e buon cibo, all’interno di una location dal grande valore storico.

Risalente al XVII secolo, Villa Correr rappresenta tutto lo splendore veneziano con il suo giardino settecentesco, le sue finestre e decorazioni. Al suo interno, nella cosiddetta “Fabbrica delle Foglie”, venivano anticamente allevati i bachi da seta e l’intero complesso
aveva in passato funzione di centro lavorativo e culturale per l’intera comunità agricola circostante.

L'insediamento dei nobili veneziani nei nostri territori durante il periodo della Serenissima, con le loro ville e proprietà agricole fondate su terreni bonificati, ha gettato le basi per lo sviluppo delle prime maestranze, necessarie per gli arredi e per la manutenzione degli edifici.

Il primo seme per la fioritura della tradizione artigiana nelle nostre zone era stato così piantato.

Attraverso questa edizione del Festival delle Basse e la sua rete di 25 Comuni partecipanti, la Villa continua a rappresentare un punto di aggregazione, la perfetta cornice per un weekend ricco di cultura dedicato alla promozione del patrimonio locale e caratterizzato dalla voglia di far scoprire le eccellenze enogastronomiche e artigianali del territorio.

TERRITORIO E ARTIGIANALITÀ: UNA STORIA IN COMUNE


Il settore artigiano ha definito le sorti di quello che fino al secondo dopoguerra era un territorio prevalentemente agricolo e segnato dalla povertà.


Alla fine degli anni Quaranta una decina di artigiani a Casale costruiva serramenti e attrezzi agricoli, alla vigilia del periodo che avrebbe inaugurato la produzione di mobili d’imitazione in risposta alle richieste del mercato e che sarebbe poi sfociato nella florida produzione locale di arredamento.
Tra il 1965 e il 1975 il settore fiorisce e si espande permettendo la nascita di nuove aziende specializzate nella produzione di mobili, che verranno poi affiancate da botteghe dedite ad attività collaterali come la verniciatura e l’imbottitura.


In quegli anni la nostra zona diventa così il cuore di un sistema di lavorazione completo, importante centro di produzione del mobile d’arte.


Oggi, a Casale e nei territori vicini, la produzione di arredamento e il settore del mobile d’arte rimangono indissolubilmente legati alla storia e alla cultura di questo territorio, mentre le aziende locali rappresentano un “saper fare” dalle radici lontane che ha saputo
interpretare la modernità
.


SAPERE ARTIGIANO

Durante questo evento dedicato al patrimonio delle “Basse”, Villa Correr ha accolto l’esposizione di mobili creati dagli artigiani locali, una serie di installazioni per raccontare il lavoro e rappresentare la cultura propria di questo settore: tante realtà diverse si sono riunite proprio in quel luogo che fino agli anni ‘90 ha ospitato la “Mostra del Mobile d’Arte” istituita nel 1981.


Gli spazi della Villa e il parco circostante si sono riempiti di entusiasmo, energia e colori, nel desiderio di far scoprire un territorio dalle tante sfumature e un settore che resiste di fronte ai cambiamenti.


Il Festival delle Basse è un momento di unione e di celebrazione, un’occasione per scoprire tutto il bello che ci circonda.


ALLA PROSSIMA
Vi aspettiamo al prossimo capitolo di questo diario: il prossimo mese vi racconteremo nel dettaglio una delle nostre realizzazioni più recenti.
Continuate a seguirci per scoprire di più sui nostri progetti speciali, a presto!